CHE COS' HAI IN DISPENSA?

Aceto Balsamico Acqua di Fiori D' Arancio Alloro Ananas Arance Arrosto di Tacchino Asparagi Besciamella Birra Broccoli Cacao Amaro Caciocavallo Caciotta Caffè Calamari Canditi Cannella Capperi Carciofi Carote Carote Nere Carpaccio di Manzo Castagne Cavolfiore Cavolo Cappuccio Cavolo Nero Ceci Chorizo Cioccolato Fondente Cipolle Cipollotti Clementine Colla di Pesce Coloranti Alimentari Cotechino Cous Cous Cozze Curry Erba Cipollina Estratto di Carne Fagioli Fagiolini Farina di Ceci Farina di Nocciole Farina Integrale Filetto di Maiale Fontal Fontina d' Aosta Formaggino Fragole Funghi Champignon Gallinella di Mare Gamberetti Gamberoni Glassa di Aceto Balsamico Gorgonzola Grana Padano Grano Cotto Insalata Kiwi Latte Lenticchie Lievito di Birra Lievito Vanigliato per Dolci Limone Lonza di Maiale Mais Mandorle Marron Glacé Mascarpone Melanzane Mele Melograno Melone Menta Miele Mozzarella Noce Moscata Noci Olive Orata Pandoro Panna Panna da Cucina Panna da Montare Paprika Parmigiano Reggiano Passata di Pomodoro Pasta Pasta Fresca Pasta Frolla Pasta Sfoglia Patate Pecorino Pepe Rosa Peperoncino Peperoni Pesce Persico Petto di Pollo Philadelphia Philadelphia Milka Piselli Pistacchi Platessa Pollo Pomodori Porri Preparato per Gelatina Dolce Prodotti per Pasticceria Prosciutto Cotto Rhum Ricotta Riso Robiola Salmone Salmone Affumicato Salsa di Soia Salsa Tonnata Salsiccia Salvia Scamone Scampi Sedano Semi di Sesamo Sfoglia per Lasagne Sottilette Spinaci Spumante Spuntì Surimi Tonno in Scatola Topping al Cioccolato Triglie Uova Vaniglia Vermouth Verza Verzini Vodka Yogurt Zafferano Zenzero Zucchero a Velo Zucchero di Canna Zucchine Zucchine Tonde

Cerca in questo Blog

lunedì 20 febbraio 2012

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE IN GEL



Come iniziare un post non culinario su un blog culinario?
Beh, direi prima di tutto con una spiegazione. Ormai il blog è diventato una parte fondamentale della mia vita, per cui ho pensato che sarebbe stato interessante condividere con voi anche altri aspetti di me: i libri che leggo, i luoghi che visito, i film che guardo.
Quindi preparatevi a fare con me 4 chiacchiere in cucina, ed oggi le chiacchiere riguardano, pensate un po', quello che attualmente è il mio lavoro.

Dunque... genericamente si parla di ricostruzione unghie (ed anch' io per semplificare userò questo termine!), ma in realtà i trattamenti possibili sono diversi ed ognuno con un nome ben preciso.

- Ricostruzione unghie: è l' allungamento delle unghie naturali per mezzo di tip, ovvero dei supporti in ABS (l' unghietta finta, per capirci!), sulle quali viene poi applicato il gel.

- Scultura: è l'allungamento dell' unghia naturale utilizzando solamente il gel. Si effettua posizionando una cartina sotto l' unghia naturale per avere un supporto, la quale verrà poi rimossa una volta applicato ed asciugato il gel.

- Ricopertura: si tratta semplicemente di ricoprire di gel l' unghia naturale, e viene eseguito quando la cliente è già soddisfatta della lunghezza delle proprie unghie.

- Trattamento dell' onicofagia: è il trattamento che consente di far crescere le unghie a chi ha il vizio di mangiarle. Questo non avviene grazie a chissà quale miracolo, ma ad una tecnica di ricopertura.

- Refill: è il ritocco e si effettua in media ogni 4 settimane. Con il passare dei giorni, la nostra unghia naturale crescerà ed il gel che vi abbiamo applicato in superficie si sposterà in avanti. Il refill consiste quindi nel limare la punta, aggiustare la forma dell' unghia (ed eventualmente modificarla, se lo desiderate), riempire la base con dell' altro gel e cambiare il colore e/o il decoro.

- Rimozione: il gel viene rimosso utilizzando una lima o la fresa (questo è l' unico modo possibile, non esistono solventi in grado di scioglierlo, ma se vi affidate ad una professionista, questa operazione non comporterà alcun rischio per la vostra unghia naturale).

Come vi ho appena accennato, è sempre meglio rivolgersi ad un' onicotecnica qualificata. Purtroppo questo settore è ancora relativamente giovane e sono in molti a pensare che effettuare una ricostruzione unghie sia quasi un passatempo. In realtà si tratta di un procedimento lungo e ben preciso, che se non viene eseguito correttamente rischia di causare dei seri danni all' unghia naturale, oltre ad un risultato esteticamente brutto. Voi vi fareste fare un trattamento al viso da una persona che non è un' estetista?

Come fare quindi a scegliere una brava professionista? Se possibile, fatevi consigliare da qualche conoscente che si è già sottoposta al trattamento e si è trovata bene. Un altro metro di giudizio fondamentale è la pulizia del luogo in cui venite ricevute e degli strumenti utilizzati. Inoltre, prima di cominciare ad eseguire il lavoro, l' onicotecnica deve osservare le vostre mani e vi deve chiedere quale vi aspettate che sia il risultato finale, consigliandovi poi il trattamento più adatto alle vostre esigenze e magari anche riguardo al colore o alle decorazioni da applicare. Insomma, proprio come quando scegliete una tinta insieme alla vostra parrucchiera!

Da chi diffidare? Sicuramente da chi ha imparato ad eseguire una ricostruzione unghie su internet. Mi è capitato ogni tanto di vedere su youtube dei video a dir poco raccapriccianti, pubblicati, perdonatemi la franchezza, da ragazze che magari hanno comprato il kit per televendita ed hanno "imparato il mestiere" leggendone le istruzioni. I corsi sono piuttosto costosi, e vi assicuro che chi li tiene, ovvero fior di insegnanti con anni ed anni di esperienza alle spalle, non ha alcun interesse a divulgare gratis in rete il suo sapere.

Vi consiglio anche di non farvi tentare dai prezzi eccessivamente bassi. Una ricostruzione unghie a 15 € non si può fare, a meno che non si utilizzino dei materiali scadenti. Per effettuare un trattamento, io spendo dai 5 ai 10 € di prodotto, senza contare la corrente elettrica e l' investimento iniziale che ho sostenuto per acquistare le lampade UV, le tronchesine, i pennelli e quant' altro.

Mi piacerebbe parlarvi anche un po' di nail art, ovvero dell' arte del decorare le unghie, ma rischio di scrivere troppo quindi affronteremo l' argomento in un altro post. Per oggi concludiamo sfatando un po' di miti...

- L' unghia deve respirare: FALSO. L' unghia è formata da cellule morte prive di capillari, esattamente come peli e capelli. Se fosse viva, sentireste un gran dolore quando le tagliate.

- Sulle unghie deboli bisogna applicare uno smalto rinforzante: FALSO. Lo smalto si asciuga sopra l' unghia dandovi una temporanea sensazione di "durezza", ma una volta rimosso tornerete esattamente come prima. Dovete invece utilizzare un olio, che ha delle molecole tali da poter penetrare all' interno dell' unghia e rinforzarla sul serio. Un ottimo olio è quello di argan, possibilmente puro: ne basta una goccia per mano, ben distribuita su tutte le unghie, tutte le sere. Già in una settimana potrete vedere dei miglioramenti notevoli.

- La ricostruzione rovina le unghie naturali: come dicevo prima, questo è VERO SOLO SE NON CI SI RIVOLGE AD UNA PERSONA QUALIFICATA. Se si esagera con la lima (o peggio ancora con la fresa!), sia durante il trattamento di ricostruzione unghie che durante la rimozione, l' unghia naturale si assottiglia molto e si indebolisce. In alcuni casi, ci possono volere dei mesi a far ricrescere un' unghia sana.

- La scultura (con cartina) dura più della ricostruzione (con tip): FALSO. Purtroppo ho riscontrato in molte clienti la credenza che applicare le tip significhi semplicemente incollare delle unghie finte e sperare che la colla tenga. In realtà, non è lei a conferire resistenza ad una ricostruzione, bensì il gel, e questo viene applicato nello stesso identico modo sia che si utilizzi la tip sia che si utilizzi la cartina. L' unica differenza sta nel fatto che la tip è un supporto che poi rimane sotto il gel (senza tra l' altro dare alcun fastidio perchè viene limata ed assottigliata a tal punto da non essere quasi percepibile), mentre la cartina viene rimossa.

- Se faccio un lavoro in cui si tengono spesso le mani in acqua, non posso fare la ricostruzione: FALSO. Il gel non è poroso, quindi se il lavoro è ben eseguito potete tenere le mani in ammollo quanto volete! L' unica cura che vi consiglio di avere, è di utilizzare dei guanti in caso di contatto con detergenti aggressivi, come candeggina o ammoniaca (precauzione che peraltro sarebbe bene avere sempre!)

- Sulle unghie ricostruite si può applicare lo smalto: VERO. Partiamo dal presupposto che quando fate una ricostruzione unghie vi vengono applicati tutti i colori e le decorazioni che desiderate, quindi in teoria non avrete più bisogno di metterci mano fino a che non verrà il momento di fare il refill. Però, se capita che vi stufiate del colore che avete scelto, potete tranquillamente applicare sopra dello smalto. L' importante è che poi lo rimoviate con un solvente senza acetone, per non daneggiare il gel sottostante.

Spero di esservi stata utile, se avete delle domande da farmi sono a vostra completa disposizione!

14 commenti:

  1. Wow! non ci crederai, ma anch'io mi interesso di unghie! :) sto iniziando ad imparare ma non posso ancora permettermi il corso.. ovviamente non faccio nulla sulle persone, concordo che non si diventa una professionista con le istruzioni del kit! ma posso già dire che mi piace! beh, un'altra passione in comune! baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara un corso ti darebbe delle basi indispensabili per poter iniziare a praticare su qualche amica, e una volta iniziato non smetterai più! Ti consiglio di informarti se dove abiti ci sono delle scuole convenzionate con la Regione, che offrano corsi finanziati in parte da loro. Baci!!!

      Elimina
    2. purtroppo nella mia regione non esistono.. ci sono rimasta male!! :( quindi intanto accantono.. :) a proposito: ho trovato un corso a cadenza settimanale di 2 mesi, e lo preferirei a quelli da 2 giorni, tu cosa ne dici?

      Elimina
    3. Mi puoi dare la tua mail così ti spiego alcune cose? Purtroppo sul tuo blog non la trovo...

      Elimina
  2. bravissima valentina! il primo post di non-cucina mi sembra perfetto! poi è davvero interessante anche per chi magari non è proprio appassionato di unghie ma è comunque una donna ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Ci tenevo proprio tanto perchè amo molto questo lavoro, e purtroppo è ancora sottovalutato...

      Elimina
  3. FANTASTICA VALEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE... UN BACIONEEEE TESORO MIO!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ecco un post interessantissimo, piacerà sicuramente a tutte le donne, devo dire che mi piacciono molto le unghie curate e decorate...grazie delle dritte e buon w.e.!

    RispondiElimina
  5. Ti comunico che mi sono trasferita su giallo zafferano , questo è il link esatto del mio nuovo blog :
    blog.giallozafferano.it/lapasticciona
    ti aspetto sul nuovo blog con tante novità , ciao

    RispondiElimina
  6. bravissima ti son venute uno spettacolo mi sono aggiunta se ti va passa mi farebbe piacere

    RispondiElimina
  7. ciaoo
    buongiorno
    bellissimo blog

    della Turquia

    http://laracroft3.skynetblogs.be
    http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  8. ciao,quando hai tempo passa da me a ritirare il premio!!complimenti!

    RispondiElimina

Ti ringrazio fin da ora per i tuoi commenti! Mi scuso se, per ragioni di tempo, non riuscirò a rispondere a tutti: se hai domande specifiche da pormi, clicca su "SCRIVIMI".